Smart working, un lavoratore su tre soffre la mancanza dei colleghi (a patto che ci vada d’accordo)- Corriere.it

Da un lato i caff alle macchinette e le battute alla scrivania, oltre alla possibilit di chiedere aiuto, scambiare opinioni e stringere legami di amicizia. Dall’altro la comodit di svolgere la propria attivit professionale direttamente da casa, a contatto con gli affetti pi cari e senza il rischio di finire ogni giorno imbottigliati nel traffico. Sono dati contrastanti quelli emersi dall’appena pubblicato Rapporto sul benessere nel lavoro da casa 2022 che l’azienda di comunicazioni in cloud Nfon ha stilato in collaborazione con la societ di raccolta dati Statista Q sulla base di oltre 8 mila interviste condotte in Italia, Germania, Austria, Spagna, Gran Bretagna, Francia, Polonia e Portogallo. Se infatti il fattore di stress pi diffuso tra gli smart worker coinvolti risultato essere, con un’incidenza del 35,5%, la mancanza di interazione sociale con i colleghi, addirittura il 57,3% dei partecipanti ha viceversa definito un vantaggio il fatto di poter evitare i compagni di ufficio che arrecano disturbo o con cui non si ha affinit.

Fonte: Rapporto sul benessere nel lavoro da casa 2022

Il paradosso dello smart working

Lavoro a distanza batte lavoro in presenza, verrebbe da pensare. A maggior ragione se si considera che il 36% del…