Sigarette elettroniche per smettere di fumare, sempre meno dubbi Agenzia di stampa Italpress

SIGARETTA ELETTRONICA
SIGARETTE ELETTRONICHE
FUMO
ECIG
E-CIG
SVAPO
SVAPARE

TORINO (ITALPRESS) – Il Regno Unito si è dato come obiettivo il 2030 per ridurre a meno del 5% i fumatori. Un target ambizioso che dovrebbe richiedere più tempo del previsto, forse, sarà centrato al 2038. Qualunque sia la scadenza, “le sigarette elettroniche rimangono l’aiuto più popolare per smettere, ma i tassi di consumo di sigarette elettroniche rimangono invariati dal 2013”, denuncia Rosanna O’Connor, direttore del dipartimento Dipendenze e Inclusione del sistema sanitario inglese. Il suo è uno degli interventi più attesi dell’ultima edizione del “The e-cigarette summit”, che dal 2013 raccoglie studiosi di mezzo mondo su questo tema. Va invertita la rotta Oltremanica, dove il mancato aumento del ricorso alle sigarette elettroniche è dovuto a un numero molto limitato di fumatori, appena il 6%, che le usano tra coloro che provano a smettere di fumare. Un maggiore ricorso a questo strumento, tra l’altro, aumenterà l’accesso per i fumatori svantaggiati ai programmi per smettere.
A farsi avanti, racconta la O’Connor sarà anche il Nice (The National Institute for Health and Care Excellence), che consiglierà le sigarette elettroniche come un’opzione sicura ed efficace…