“Sì smart working, no lockdown non vaccinati”

Sì allo smart working per gli statali, no al lockdown per i non vaccinati. E’ la posizione che esprime Fabrizio Pregliasco, docente della Statale di Milano, in merito a provvedimenti operativamente efficaci per contenere la nuova curva dei contagi da Covid 19. “Non sarebbe male un ritorno allo smart working nella Pubblica amministrazione fino a primavera”, dice il virologo all’Adnkronos Salute.

Il ritorno al lavoro da casa di una gran massa di persone, secondo il virologo, potrebbe essere “tra le cose da fare e da pensare in questa fase di preoccupazione. Ora – sottolinea l’esperto – bisogna ragionare ad ampio spettro per vedere le soluzioni accettabili” che riducano contatti e occasioni di contagio.

“Porre restrizioni solo per i non vaccinati” contro Covid-19, che rappresentano ormai meno del 10% della popolazione vaccinabile, “non è risolutivo. E qui è dura perché per ottenere dei buoni risultati lo sappiamo cosa si dovrebbe fare: provvedimenti restrittivi generalizzati. Tutto il resto è una mediazione”, aggiunge.

“Ai vaccinati puoi dare una libertà maggiore – riflette l’esperto – ma poi dovrebbero essere le persone stesse a centellinarsi i contatti”. Dunque è sbagliato, come afferma Crisanti, insistere nella…