Si sciolgono i ghiacciai, emergono resti umani e relitti dimenticati da decenni- Corriere.it

di Paolo Virtuani

Sulle Alpi ricompaiono le tracce del passato: un proiettile a Cervinia, in Svizzera le ossa di scalatori e parti di un aereo precipitano nel 1968

Sulla Marmolada e sull’Adamello succede spesso: ogni anno dai ghiacciai compaiono resti e residui risalenti alla prima guerra mondiale. Ossa, bombe, brandelli di divise, scatolette arrugginite, proiettili: cose cos. In questi mesi, per, con le alte temperature che hanno interessato tutto l’arco alpino – in Svizzera a fine luglio lo zero termico arriva fin quasi a 5.200 metri – il fenomeno si ripetuto e ampliato.

Italia

A Cervinia, a 3.090 metri di quota con la fusione del ghiacciaio del Ventina comparso un proiettile d’artiglieria della seconda guerra mondiale. In parte ossidato, ha una lunghezza di 30 centimetri e un diametro di 5. stato un cittadino a segnalare il ritrovamento nei giorni scorsi ai carabinieri, che hanno richiesto l’intervento degli artificieri dell’esercito. Il 23 luglio 2015 dai ghiacciai della val Malenco, in Lombardia, erano emersi resti umani a 3.100 metri di quota, forse appartenenti a un alpinista morto diversi anni fa senza escludere per che si tratti di un soldato della prima guerra mondiale.

Svizzera

In Svizzera tre ritrovamenti nel Cantone Vallese. Il 26 luglio sono…