si fermano più di 1.100 dipendenti- Corriere.it

di Matteo Persivale

I negoziati per il rinnovo del contratto: il sindacato chiede aumenti salariali e condizioni di lavoro flessibili

Un giorno di sciopero al New York Times è un avvenimento inusuale, segno di una trattativa sempre più tesa nel quadro dei negoziati per il rinnovo del contratto: partecipano allo sciopero più di 1.100 dipendenti, dopo che la direzione e il sindacato che rappresenta il personale non sono riusciti a raggiungere un accordo nonostante più di un anno e mezzo di trattative. «Un’azione così drastica è deludente, alla luce del chiaro impegno che abbiamo dimostrato nel negoziato per un contratto che offra ai giornalisti del Times sostanziali aumenti salariali e condizioni di lavoro flessibili», ha spiegato Meredith Kopit Levien, presidente e amministratore delegato di The New York Times Company in una e-mail ieri sera.

Il NewsGuild di New York, che rappresenta i giornalisti e altri membri dello staff del Times, ha dichiarato che lo sciopero «è dovuto all’incapacità dell’azienda di contrattare in buona fede e di raggiungere un accordo contrattuale equo con i lavoratori e soddisfare le loro richieste».

Il Times non scioperava da decenni: un dirigente che alla Cnn ha chiesto l’anonimato ha riconosciuto ieri che l’interruzione…