Shoah: le foto inedite della distruzione del Ghetto di Varsavia

“Le immagini di quella gente trascinata fuori dai loro rifugi resterà con me per tutta la vita”, scrisse il pompiere Zbigniew Leszek Grzywaczewski nel diario dei giorni ingloriosi della primavera 1943, quando i nazisti distrussero il ghetto di Varsavia e ne sterminarono a decine di migliaia gli abitatori, deportando tutti gli altri.

Sono rimaste segrete, quelle immagini, anche più a lungo: solo un mese fa, trent’anni tondi dopo la morte del padre, Maciej, il figlio di Zbigniew, ha scoperto, con grande emozione, in una scatola dimenticata, il rullino di negativi che il fotografo dilettante era riuscito a impressionare mentre cercava di spegnere le fiamme del rogo micidiale.