SFOOTING/ Greta a Milano, bistecche alla mano: parola di Eco-micastri

Amici lettori, sapendovi persone altamente sensibili, scommettiamo che, per questa settimana, l’avvenimento che più ha penetrato le vostra quanto mai sofisticata emotività è stato uno e uno solo?

Allora chiudete gli occhi e… No, scusate, abbiamo detto una gran cretinata, se chiudete gli occhi, poi smettete di leggerci e forse non conviene. Facciamo così, ve lo diciamo e basta. In fondo in fondo, si tratta di una gran gretinata. Concordate, infatti, con noi che la notizia del passaggio di Greta Thunbergh a Milano ha surclassato di gran lunga qualsiasi altra notizia? Se sì, allora appropinquatevi alle nostre strampalate valutazioni.

Perché noi – vuoi per capire un po’ di più, vuoi per curiosità – c’eravamo venerdì, mischiati alle migliaia di studentess* e student* (politically correct e linguaggio inclusivo si respirava a pieni polmon*), allo sciopero globale per il clima, la manifestazione glocal a favore di Madre Terra che ha marciato da largo Cairoli in direzione Piazza Affari, per poi procedere spedita verso il Mico, sede della PreCop26. Non sapete cos’è la PreCop26? Ovvio, rispondiamo noi, è quella che precede la Cop! Che poi non sarebbe la…