Servono sindaci (non in galera) che pretendono di più e si lamentano di meno

Lo scivolone del ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin sui sindaci che “basterebbe mettere in galera” è meglio rubricarlo come l’ennesima uscita sbagliata di un governo che non ha ancora imparato a tenere a freno la lingua. Poco prima, il ministro aveva altresì detto che “molto spesso i sindaci hanno difficoltà ad attivare persino i mezzi meccanici” per intervenire sull’abusivismo e che “la materia è complessa e difficile. Non possiamo e non dobbiamo lasciare soli i primi cittadini in questa situazione”. Tutto e il suo contrario, ma va anche sottolineato che non sempre l’atteggiamento degli amministratori (certo frenati anche dalla mancanza di tutele giuridiche) è all’altezza dei compiti. Soprattutto dove la dimensione dei fenomeni dovrebbe aumentare le responsabilità, ma a volte sembra aumentare solo le lamentele e lo scarico delle responsabilità. Intervistato da Repubblica il sindaco di Napoli, e della Città metropolitana, Gaetano Manfredi, tra l’altro ingegnere strutturista, prima di essere rettore in università, dice alcune cose ovvie e vere sulla disattenzione e i ritardi a livello nazionale della prevenzione dei rischi idrogeologici. Ma al momento di rispondere sulla piaga dell’abusivismo, sottolinea che sui…