«Serve l’obbligo di mascherina all’aperto»- Corriere.it

Contro la nuova variante Omicron l’ipotesi di un piano europeo con doppio tampone all’ingresso nel continente. Speranza: «C’è massima attenzione». Decaro (Anci): «Serve una misura nazionale sulle protezioni all’aperto»

ROMA — Elementi per preoccuparsi, ce ne sono: «La situazione è seria, questa nuova variante è un’ulteriore sfida per tutti i Paesi del mondo. C’è massimo livello di attenzione, serve cautela e tutte le scelte, comprese quelle sui voli, vanno in questa direzione». Ma niente allarmismo, le misure che andranno in vigore lunedì 6 dicembre, il super green pass riservato ai soli vaccinati o guariti, sono sufficienti, per ora. «Servirà qualche settimana di approfondimenti. Intanto incrementiamo i sequenziamenti, ancora molto limitati, e affidiamoci alla comunità scientifica». Invece «sarebbe sbagliato anticipare le conclusioni, i vaccini funzionano». Alla fine «la lezione è che insieme ai vaccini dobbiamo conservare strumenti di prudenza come le mascherine». Tanto che i sindaci chiedono al governo un intervento di questo tipo.

A illustrare la linea del governo di fronte alla variante Omicron, è il ministro per la Salute Roberto Speranza, intervenendo nel programma di Raitre «Mezz’ora in più».

Decisamente più rassicurante della…