Serve Draghi al Quirinale e poi governo politico. Parlano Nobili e Paita (Italia viva)

La “bella sconfitta” alle suppletive di Roma 1 galvanizza i renziani: “Ci davano per morti, invece Iv ha raccolto il 13 per cento dei voti”. Per i due deputati è ora di ragionare con il centrodestra sulle alternative al Cav. “Avanti con il governo dei leader”

Il deputato di Italia viva Luciano Nobili è felicissimo perché il suo candidato alle suppletive del collegio Roma 1, Valerio Casini, ha perso ma ha perso con dignità. “Ci davano per morti, invece Iv ha raccolto il 13 per cento dei voti. I riformisti ci sono”. Ma l’affluenza è stata bassina. “La scarsa partecipazione, di norma, penalizza i piccoli partiti, invece il nostro è un risultato di tutto rispetto”. Onorevole, si avvicina il 24 gennaio. “Il miglior candidato in campo, anzi lo sbocco naturale di questa fase, porta il nome di Mario Draghi. Ma l’ascesa del premier al Colle è possibile solo a condizione che si stringa un patto di ferro tra le forze politiche”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di…