scandalo a Roma – Libero Quotidiano

Caterina Spinelli

Case di lusso per i rifugiati Lgbt+. È quanto contiene il bando di gara del Comune di Roma presentato il 13 dicembre e in scadenza il 20 gennaio. Il progetto prevede residenze con wifi e ascensore per le coppie di immigrati Lgbt che chiedono asilo politico o mirano all’ottenimento dello status di rifugiato in Italia. Tutto vero. Stando al programma firmato dall’assessore alle Politiche Sociali, Barbara Funari, coppie lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender avranno diritto a dimore a 5 stelle. Queste dovranno essere ubicate in zone centrali, “quartieri che favoriscano l’inserimento delle persone accolte nel contesto locale, facilitando la costruzione di rapporti relazionali necessari per il raggiungimento di un’adeguata integrazione sociale”. Ma non solo perché così come chiarisce il bando non potranno mancare gli ascensori, a meno che l’alloggio non sia al pian terreno “o non si sviluppino all’interno di unità immobiliari terratetto”. Finita qui? Neanche per sogno.

 

 

I COMFORT
L’abitazione dovrà “garantire al suo interno la copertura di una rete wifi per consentire alle persone accolte la possibilità…