Saudi Aramco, la compagnia petrolifera che guadagna mezzo miliardo al giorno- Corriere.it

Utili quasi raddoppiati per Saudi Aramco, la compagnia petrolifera dell’Arabia Saudita che più grande del mondo: l’aumento del 90% a 181,64 miliardi di riyal (48,39 miliardi di dollari in 90 giorni, più di mezzo miliardo al giorno) nel secondo trimestre ha battuto le aspettative degli analisti, che arrivavano fino a 46,2 miliardi di dollari. Per dare un’idea dell’ordine di grandezza della compagnia petrolifera saudita basti pensare che in Borsa vale 2.330 miliardi di dollari, a fronte 42,7 miliardi di dollari di capitalizzazione dell’Eni: oltre 55 volte tanto. Il motivo del boom dei conti è da ascrivere soprattutto alla corsa dei prezzi del petrolio che ha permesso di avere margini di raffinazione più alti, oltre che alla crescita dei volumi venduti. L’Arabia Saudita sta attualmente producendo circa 10 milioni di barili al giorno, gran parte dei quali esportati in Asia e, in particolare, al suo principale cliente, la Cina. Il principe ereditario Mohammed bin Salman ha dichiarato il mese scorso che la capacità di produzione massima del regno è di 13 milioni di barili al giorno e Aramco ha affermato che sta lavorando per espandere la sua portata fino a raggiungere il tetto.

Greggio, domanda in crescita per 10 anni

Per Amin Nasser, presidente e ceo di…