Salvini e Meloni candidano Berlusconi al Quirinale, ma a metà. Tra i due è il gioco dei sospetti

Hanno scartato la frase “caro Silvio, per eleggerti al Colle serve un miracolo”. Più di una volta Berlusconi si è paragonato a Gesù Cristo. Ieri, Matteo Salvini e Giorgia Meloni gli hanno chiesto ufficialmente di “accettare la candidatura al Quirinale per il centrodestra”. Fermarlo? Si può forse fermare il soprannaturale? Dicono infatti che, di fronte a lui, il segretario della Lega e la leader di FdI, si siano davvero sentiti come i dodici di quella disgraziata notte quando a turno assicuravano: “Tradirti, io?”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE