Salto di Montese, l’omicidio di Anna Bernardi scoperto dal figlio

Salto di Montese, orrore in casa. Una vera tragedia accaduta ancora nel Modenese, quella che ha visto l’omicidio di Anna Bernardi, 67 anni, compiuto per mano del marito, Grazio Lancellotti, 71 anni. Il terzo drammatico episodio di inaudita violenza negli ultimi tre giorni, dopo la strage familiare di Sassuolo e la morte dell’anziana madre, Milena Calanchi.

Una tragedia quella che ha colpito la famiglia residente nella villetta di via Fucina. A scoprire cosa stesse accadendo in casa, il figlio della coppia di anziani coniugi, attraverso le telecamere di sicurezza interne. Si apprende sulle pagine de La Gazzetta di Modena, che l’uomo dopo ripetute telefonate senza risposta, si è collegato con la telecamera via web scoprendo poi la tragedia.

Scatta l’allarme lanciato ai soccorsi del 118, ai carabinieri e ai vigili del fuoco, poi la conferma della morte della 67enne non appena raggiunta l’abitazione. Anna Bernardi sarebbe stata colpita più volte da alcune coltellate inferte per mano del marito, ex autista di autobus in pensione, colpito da Alzheimer.

Salto di Montese Anna Bernardi 67 anni omicidio marito Grazio Lancellotti

Grazio, non appena tolto la vita alla moglie, avrebbe successivamente rivolto la lama verso se stesso cercando di togliersi la vita. “A nome mio e dell’intera comunità esprimo il mio più…