Sainz il più veloce poi Verstappen e Leclerc- Corriere.it

di Daniele Sparisci, inviato a Budapest

A Budapest ultimo Gp prima della pausa estiva, la Ferrari obbligata a vincere per tenere aperto il Mondiale

Caldo torrido all’Hungaroring, il circuito dove la F1 ha cominciato a girare nel 1986, quando l’Ungheria era ancora un Paese del blocco socialista. La Ferrari ci ha vinto sette volte, l’ultima nel 2017 con Sebastian Vettel che giovedì ha annunciato il ritiro dalla Formula 1. Dopo la delusione per l’errore di Leclerc in Francia, Mattia Binotto ha compattato il gruppo invitando alla doppietta a Budapest. Nelle prime prove libere del venerdì Carlos Sainz si mette al comando (1’18’’750) con 13o millesimi di vantaggio su Max Verstappen e 289 su Leclerc.

Charles è partito subito forte nelle prime prove libere (31,7 C° con asfalto a 45,9 c°), le caratteristiche del tracciato -curve lente e tratti tortuosi- esaltano il comportamento della Rossa, ma Sainz ha fatto meglio. Lo spagnolo è nel suo miglior momento di forma della stagione, la vittoria a Silverstone gli ha dato fiducia poi in Austria è stato fermato dalla rottura del motore e in Francia ha pagato il prezzo delle penalità per aver montato la nuova power unit, rimontando dall’ultimo al quinto posto. «Senza penalità avrei vinto» ha detto.

Sul…