Ryanair, O’Leary e l’addio ai voli a 10 euro: «Pesa il caro-energia»- Corriere.it

Addio alle tariffe superscontate di Ryanair. I voli a 0,99 o a 9,99 euro sono destinati a scomparire per il caro energia scoppiato con la guerra in Ucraina e che pesa anche sul settore aereo. Lo ha detto Michael O’Leary, amministratore delegato del gruppo Ryanair (che include anche Malta Air, Lauda Europe e Buzz) durante un’intervista su Bbc Radio 4 quasi a smentire quanto detto al Corriere dal numero uno di una delle compagnie del colosso a basso costo Eddie Wilson. Ma senza negare che quelle cifre potrebbero rivedersi in futuro.

Il rialzo

Toccando il tema dell’inflazione O’Leary ha spiegato che il settore delle low cost — che pure resisterà perché le persone continueranno a volare «frequentemente» — è influenzato dagli aumenti del petrolio. «Non credo che ci saranno più voli a 10 euro. La nostra tariffa media è stata l’anno scorso di 40 euro, andremo verso i 50 nei prossimi cinque anni — ha calcolato l’ad —. Le nostre tariffe promozionali superscontate, quelle a 0,99 o anche a 9,99 euro penso che non si vedranno per un certo numero di anni». Ryanair continuerà comunque ad avere «milioni di posti a 19,99 euro, 24,99 e 29,99».

Il costo a novembre dei voli Milano-Catania ancora a 9,99 euro (foto dal sito di…