Russia, il summit Putin-imprese italiane è un caso diplomatico- Corriere.it

un caso diplomatico l’incontro di questa mattina alle 11 in videoconferenza tra le principali imprese italiane presenti in Russia, da Pirelli a Unicredit, da Enel a Banca Intesa, da Eni a Generali, e il presidente Vladimir Putin. Un incontro d’affari, per sviluppare le relazioni economiche, ma che arriva nel mezzo della pi seria crisi diplomatico-militare degli ultimi anni ai confini dell’Europa.

La notizia stata rilanciata con l’elenco dei partecipanti ieri sera dal Financial Times, dopo che nel corso della giornata era stata annunciata da una nota stampa ufficiale del Cremlino. Un’evidenza che crea imbarazzi, per la tempistica pi che per l’evento in s, che stato tenuto gi pi volte. Cos in serata sono arrivate le prime defezioni: Eni non parteciper all’incontro, ha precisato il portavoce del gruppo, n tramite l’amministratore delegato Claudio Descalzi n altri esponenti della societ. La Farnesina stata informata di questo summit ma — la precisazione che si raccoglie — si tratta di un’iniziativa privata a livello imprenditoriale, al quale non partecipa l’ambasciatore.


All’evento in agenda oggi, secondo quanto svelato dal quotidiano britannico, dovrebbero partecipare tra gli altri Francesco Starace, ceo di Enel, Andrea Orcel, ceo di…