rubate le pepite dei cercatori d’oro, bottino da 700.000 euro. Ladri spariti tra i visitatori- Corriere.it

di Alessandro Fulloni

Il furto alla mostra «Mineral Show»: Trafugata la collezione con i ritrovamenti — raccolti in 45 anni di attività nel Nord Italia — di Armando e Luca Pasqualini, padre e figlio residente nel Pavese. I malfattori ripresi delle telecamere mentre si allontanano

«Sono entrato nel padiglione dove avevamo allestito lo stand e quando domenica mattina ho visto che la nostra teca, con pepite e pagliuzze, non c’era più, m’è venuto un colpo… L’abbiamo cercata ovunque, ma ho perso la speranza quando uno della sicurezza mi ha indicato un piazzale poco lontano: “È là fuori, ma vuota”. Cosa custodiva? Cinque chili d’oro divisi in 125 provette contenenti pietruzze e filamenti che abbiamo trovato lungo il Po, il Ticino, l’Adda, l’Oglio… Tutto sparito, un “bottino” da 700.000 euro…».

Luca Pasqualini ha 47 anni. È un cercatore d’oro professionista, un personaggio da frontiera del West — galosce, cappello tipo Stetson, pantaloni in tela ruvida — sempre vissuto tra Casorate Primo e Bereguardo, nel Pavese. Con papà Armando che gli ha insegnato ogni segreto del mestiere, ha passato la vita setacciando con la «batea» — la padella bucata per filtrare i detriti — gli argini di fiumi e torrenti tra Piemonte e Lombardia,…