Roma sotto-choc – Libero Quotidiano

Simona Pletto

Droga e riti esoterici di una setta dedita all’occultismo: sono emersi inquietanti dettagli dalle indagini sulla morte delle due donne trovate cadavere in casa nel quartiere di Monte Mario, nella Capitale. Elena Bruselles, ex infermiera di 83 anni, malata di Alzheimer, giovedì è stata rinvenuta mummificata nella propria abitazione. La sua morte risalirebbe almeno a un mese fa. Era a letto. Nella camera vicina c’era anche il cadavere della figlia Luana Costantini, di 54 anni, morta forse una settimana prima. A trovarli, il fratello di Luana, preoccupato perché non aveva più notizie dalle due donne che vivevano insieme nell’abitazione di via Giulio Salvadori. Con loro viveva anche l’ex fidanzato della 54enne, Paolo Rosafio, almeno fino a dicembre: il suo nome compariva sul campanello dell’abitazione.

L’uomo, di origine pugliese, fondatore di una setta dedita all’esoterismo, ieri è stato rintracciato dalla Polizia nell’abitazione della madre a Lecce. Per ora sul loro decesso resta l’ombra di mistero. Sui loro corpi non sono stati trovati segni di violenza, ma sarà l’autopsia a dire esattamente le cause della morte.

Non si esclude che l’anziana madre…