“Rischio nubifragi e tornado”, ecco dove – Libero Quotidiano

La cosiddetta ottobrata degli ultimi giorni non durerà a lungo, anzi. Questo clima stabile e piuttosto mite, dovuto all’arrivo dell’anticiclone africano, ma anche ricco di polveri, foschie e umidità ha le ore contate. Lo si legge sul sito del meteorologo Mario Giuliacci. Presto arriveranno le piogge, soprattutto in alcune zone d’Italia. Le perturbazioni che toccheranno il Paese saranno “veloci e deboli”.

 

 

 

Il rischio di fenomeni estremi, però, è comunque dietro l’angolo. Come mai? Lo spiega sempre il sito di Giuliacci: “I mari son ancora caldissimi e pertanto basta poco per far scatenare forti temporali! Le correnti occidentali sorvoleranno dei bacini assai caldi: di fatto, attualmente, le acque superficiali risultano molto più calde della media, circa 3-4 gradi“.

 

 

 

Le zone più a rischio sono Nord Sardegna, Ovest Sicilia e la fascia compresa tra Toscana e Corsica. Proprio in questi casi saranno più probabili nubifragi e trombe d’aria. Fenomeni meteo violenti potrebbero verificarsi soprattutto tra domenica 9 e lunedì 10 ottobre. Per ora, comunque, è possibile prendere in considerazione solo un indice di massima del…