rischio k.o. a tavolino per i rossoblù?- Corriere.it

di Salvatore Riggio

Compilata on-line su un’area extranet della Lega serie A, era stata caricata dai dirigenti emiliani la sera precedente, il 5 gennaio. Solo una bozza, ma il vizio di forma resta. E sarà valutato dal giudice sportivo

C’è «il giallo della distinta» nella gara non disputata, giovedì 6 gennaio, tra Bologna e Inter. Perché al di là dell’intervento dell’Asl territoriale che ha fatto saltare il match, al Dall’Ara è accaduto qualcosa in più. La distinta del club rossoblù consegnata all’arbitro. Si tratta di un documento ufficiale ed è qui l’anomalia procedurale. Perché nessuna squadra che non si è presentata in campo per via del blocco Asl (vedi Salernitana o Torino), ha presentato la distinta. Spieghiamo i fatti: la distinta, compilata on-line dal Bologna su un’area extranet della Lega serie A, era stata caricata dai dirigenti rossoblù la sera precedente, il 5 gennaio.

Per i dirigenti emiliani una sorta di bozza da rivedere. Ma in mezzo al caos di quanto accaduto con lo stop imposto dall’Asl, quella bozza è stata dimenticata lì, diventando così ufficiale ed è finita nelle mani dell’arbitro Ayroldi. Che ha chiesto spiegazioni ai dirigenti del Bologna presenti allo stadio: l’a.d. Claudio Fenucci, il caposcouting Marco…