Riparte «Un aiuto subito», la raccolta fondi per aiuti concreti nelle Marche- Corriere.it

Si rimette in moto l’iniziativa benefica, promossa dal «Corriere della Sera» e da TgLa7, a pochi giorni dalla devastante alluvione che ha colpito le Marche lo scorso 15 settembre provocando undici vittime e due dispersi. Ingenti i danni agli edifici e alle aziende

Undici vittime, due dispersi e danni gravi a centinaia di edifici e aziende. È un primo bilancio dello tsumani di fango e acqua che si è abbattuto, lo scorso 15 settembre, sulle Marche lasciando dietro di sé una scia lunga di dolore nella popolazione. Per dare una mano «concreta» alla popolazione marchigiana, da oggi, la macchina della solidarietà di «Un aiuto subito», promosso dal Corriere della Sera e da TgLa7, si rimette in moto. È stato costituito il comitato del quale fanno parte i direttori dei due media — Luciano Fontana ed Enrico Mentana — ed è stato attivato un conto corrente bancario dedicato dove si potranno effettuare bonifici. Si può versare dall’Italia tramite sul conto dedicato di Intesa Sanpaolo (intestato a «Un aiuto subito- Marche») con Iban IT07M0306909606100000190423. Invece, per contribuire dall’estero vale lo stesso Iban ma bisogna aggiungere anche il codice Bic/swift: BCITITMM

I precedenti

La raccolta fondi «Un aiuto subito» fu lanciata per la prima volta nel 1997….