Riforme, presidenzialismo, conti, giustizia: le parole tra Terzo Polo e governo

Riforme, presidenzialismo, giustizia (e, prima, la legge di Bilancio): a che punto è il dialogo tra Terzo Polo e governo, al di là degli scambi di saluti e mezze frasi scambiate alla buvette mentre si parla di futuri assetti e mentre l’opposizione prende sempre più spesso forma bifronte, con Pd e M5s dal lato intransigente e Carlo Calenda e Matteo Renzi da quello per così dire costruttivo? Ieri, intanto, la delegazione terzopolista, guidata dallo stesso Calenda, con Maria Elena Boschi, Raffaella Paita, Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini, incontrava in consultazione il ministro per le Riforme Maria Elisabetta Alberti Casellati. Dice Raffaella Paita, presidente di Azione-Italia Viva in Senato: “Abbiamo avuto un incontro interlocutorio e costruttivo con la ministra Casellati. Ci siamo detti contrari all’elezione diretta del presidente della Repubblica e abbiamo ribadito, invece, la nostra preferenza per l’elezione diretta del premier, sul modello dei sindaci. Ci auguriamo che le interlocuzioni proseguano in un clima di confronto perché è essenziale che le regole del gioco si scrivano tutti insieme”. Il deputato di Iv Ettore Rosato ieri salutava con favore il dialogo con la maggioranza in tema di giustizia, mentre il ministro della Giustizia Carlo…