Riccardo Muti/ “La musica? Una necessità dello spirito” (A raccontare comincia tu)

Riccardo Muti ospite della nuova puntata di “A raccontare comincia tu“, il programma di interviste condotto da Raffaella Carrà e trasmesso in replica su Rai3. Domenica 2 agosto 2020 è la volta del direttore d’orchestra che per la prima volta ha aperto le porte della sua casa di Ravenna per raccontarsi a cuore aperto ai telespettatori di Raffaella Carrà. Un lungo viaggio alla scoperta di uno degli artisti italiani più amati e conosciuti al mondo: dai ricordi di infanzia all’immenso amore per la musica e pianoforte che l’hanno portato, con costanza, disciplina, sacrificio e innegabile talento, a dirigere per ben 20 anni il Teatro Alla Scala di Milano. Una chiacchierata tra amici quella fatta tra Riccardo e la regina della tv italiana Raffaella Carrà a cui ha confidato alcuni ricordi legati anche alla sua infanzia e alla madre. “Mia madre non applaudiva perché riteneva non fosse conveniente. Per lei erano gli altri che dovevano applaudirmi, la mia famiglia doveva rimanere neutrale” – ha detto il direttore d’orchestra che ha poi parlato della donna della sua vita – “Cristina, altra figura fondamentale, punto di riferimento e supporto costante, i figli, i nipoti”.

Riccardo Muti tra la passione per la musica e l’amore per…