respinto appello del nonno Shmuel Peleg- Corriere.it

La Corte Suprema israeliana ha rigettato il ricorso di Shmuel Peleg, nonno di Eitan Biran: il bambino, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, torner in Italia

Dal nostro corrispondente

GERUSALEMME — Questa volta la formula dei giudici entro quindici giorni significa davvero che Eitan Biran rientrer in Italia appena la zia paterna Aya pronta a partire con lui. La Corte Suprema israeliana ha respinto il ricorso dei nonni materni: Shmuel Peleg e l’ex moglie Esther non hanno altri tribunali a cui rivolgersi nella battaglia per l’affidamento del bambino di sei anni, il padre Amit e la madre Tal sono morti nell’incidente sul Mottarone del 23 maggio.

Lo Stato d’Israele ha rinunciato a un bambino ebreo, suo cittadino indifeso, senza che la sua voce venisse ascoltata per farlo vivere in terra straniera, lontano dalle sue radici, dalla sua amata famiglia, da dove sono sepolti i suoi genitori e il fratellino. E’ quello che ribadiscono i Peleg dopo la decisione ed quello che i loro legali hanno ripetuto al tribunale per la famiglia di Tel Aviv (prima sentenza favorevole al ritorno) e ai giudici d’appello distrettuali (altra conferma). Di fatto la Corte Suprema non ha voluto affrontare il caso, ritenendo i due gradi precedenti sufficienti e lo ha motivato in…