Regione Calabria, scontro sulla proposta di legge «moltiplica poltrone»- Corriere.it

di Franco Stefanoni

La maggioranza di centrodestra del governatore Occhiuto intende introdurre la figura del «consigliere supplente», sostituto temporaneo di quello titolare, al quale sarebbe dunque consentito di fare l’assessore. L’altolà dell’opposizione

Un «consigliere supplente» da inserire «temporaneamente» nell’assemblea regionale in modo da salvare il posto al consigliere nel frattempo passato in giunta per fare l’assessore. La proposta di legge del 14 novembre è dei capigruppo del centrodestra della Regione Calabria ed è stata inserita all’ordine del giorno del 21. La normativa attuale vieta infatti che si possa essere contemporaneamente consiglieri e assessori regionali. Nel caso in cui un consigliere accetti di entrare in giunta, è quindi obbligato alle dimissioni dall’assemblea. Ma, così facendo, rinuncia anche a emolumenti e altre voci di entrata per circa 1,4 milioni a legislatura lunga cinque anni. La maggioranza che sostiene il governatore Roberto Occhiuto, di Forza Italia, considerata la fatica nella nomina di assessori interni, specie ora con l’elezione in Parlamento degli assessori Tilde Minasi (Lega) e Fausto Orsomarso (Fratelli d’Italia), ha così lanciato l’idea: il consigliere supplente.

La modifica della normativa…