Regimi comunisti e dittature sanitarie: stessa storia, stessa fine

La dittatura sanitaria cadrà esattamente come è caduta la dittatura comunista. Cadrà prima in un paese simbolo (indovinate quale) e poi –  per un inesorabile effetto domino – in tutti gli altri. Proprio come nell’89, l’implosione dell’URSS determinò lo sgretolamento anche dei suoi fedeli satelliti. E probabilmente avverrà qualche evento simbolico, come il crollo del muro di Berlino. Magari solo per metafora. Forse si tratterà del muro di menzogne su cui sono stati eretti gli altari al dio Vax e le chiese dei suoi sacerdoti. Sia come sia, ciò accadrà. Possiamo prevederlo con ragionevole sicurezza per una semplice ragione. E cioè per le straordinarie somiglianze tra il Comunismo e il Covidismo, tra il Comunismo e il Panvaccinismo.

Pensateci. In entrambi i casi, ci troviamo di fronte a una forma di idolatria per una pseudoscienza. Marx era convinto di aver individuato le leggi ineluttabili del divenire storico, precise e “matematiche” (nel loro inverarsi) come la legge di gravità. Allo stesso modo, i covidioti e gli ultravax credono in una “scienza” (dove il dubbio è bandito e il dibattito aborrito) basata su criteri esattamente opposti a quelli su cui la vera scienza si fonda. Per…