Quirinale, Letta lavora per Draghi. Ma sente Casini (che avanza nel Pd)- Corriere.it

di Claudio Bozza e Maria Teresa Meli

Renzi scommette sul senatore che candid nelle liste dem nel 2018: Convincer Salvini. Conte all’assemblea del M5S: Niente veti. Ma il governo deve andare avanti

Alleati s, con incontri a favore di foto sui social, ma le trattative di Pd e M5S viaggiano su binari autonomi, specie per il Nazareno. Enrico Letta ha lavorato sino alla fine per Mario Draghi (e continua a lavorarci), ma ieri sera, capito l’andazzo, ha parlato al telefono con Pier Ferdinando Casini, perch il segretario dem sa che una parte del Pd sta gi lavorando per conto proprio a quella soluzione per il Quirinale: Dario Franceschini, Andrea Orlando e Goffredo Bettini, nonch altri esponenti del Pd, che non vogliono assolutamente Draghi al Colle. Del resto — osserva un dirigente dem che invece tifa per il premier — quasi tutti i grandi elettori conoscono Casini e hanno il suo numero di telefono, mentre con Draghi non hanno nessun rapporto.

L’ex presidente della Camera non mai stato il candidato di Letta, ma dirgli di no per il Pd pressoch impossibile. Il segretario dem, che probabilmente vedr oggi Salvini, spera ancora di convincere il leader leghista su Draghi, ma non sa quello che Matteo Renzi va dicendo in queste ore: Entro marted porter Salvini su Casini,…