Quirinale, la partita dei due Matteo: Salvini e Renzi- Corriere.it

di Roberto Gressi

L’ultimatum del leader della Lega a Berlusconi: il Cavaliere ha tempo fino a domenica per dire se ha ii voti o no

Il Quirinale secondo Matteo. Per cercare di capire quali sono gli ingredienti di oggi nel pentolone della corsa al Colle bisogna seguire le tracce di un Matteo, anzi di tutti e due i Matteo: Salvini e Renzi

. E vedere che briciole seminano, per indicare il cammino o per occultarlo. Al momento, e con beneficio di inventario, dalla tela dei due sembrano spuntare Mario Draghi
e Pier Ferdinando Casini, e la voglia di un governo con più peso alla politica. La prima chiama dei Grandi elettori è ormai alle porte e il Covid consiglia di fare presto: gli italiani guarderebbero con fastidio un Parlamento che si avvitasse in votazioni senza esito.

Ma le altre orme da non perdere di vista sono quelle di Silvio Berlusconi. Il modo brutale con cui Salvini gli ha dato tempo fino a domenica per dire se ha i voti o no, non può restare a lungo senza risposta. Urge insomma una contromossa del Cavaliere, anche perché il leader della Lega sta per l’appunto già lavorando a un «piano B» che sembra proprio un «piano A». Il nuovo vertice del centrodestra si avvicina, potrebbe essere giovedì o venerdì.

(Il Corriere ha una newsletter dedicata…