Quirinale, gli strani giochi di un pezzo del Pd che vuole Berlusconi in corsa per frenare Draghi- Corriere.it

di Francesco Verderami

Ma Enrico Letta ha visto la leader di FdI Giorgia Meloni anche con l’obiettivo di uno stop al leader di Forza Italia

Chi l’avrebbe mai detto che tra i democratici sarebbe nato un club «Forza Silvio». C’è un pezzo del Pd che tifa infatti perché Berlusconi formalizzi la candidatura al Colle. Ma non per votarlo. Il fatto è che con la sua discesa in campo, il Cavaliere blocca (per ora) la candidatura di Draghi
. Il fuoco di sbarramento contro l’elezione del premier a capo dello Stato non è legato al tema della durata della legislatura. Tocca un aspetto assai più delicato, che Bettini evoca quando invoca «un sussulto della politica»: cioè il primato dei partiti, che temono un definitivo commissariamento se l’ex presidente della Bce dovesse andare al Quirinale. È materia sensibile, che si intravvede anche nei discorsi riservati del capodelegazione pd al governo, Orlando. E non solo.

Appena filtrarono le prime voci sulla volontà di Berlusconi di candidarsi alla presidenza della Repubblica, il ministro Franceschini mise sull’avviso alcuni deputati dem: «Penso non sia una boutade, non ha nulla da perdere. A suo tempo ci provò anche Fanfani. Perciò credo che andrà fino in fondo». Quando finalmente tutti hanno capito che il…