Quirinale, come si sceglierà il prossimo presidente della Repubblica

Come si elegge il capo dello stato e come si vota in tempo di pandemia. Tra quali forze politiche si gioca la corsa al Quirinale. Per ora nessuna combinazione vince di sicuro

Il mandato di Sergio Mattarella termina il 3 febbraio 2022 e l’appuntamento per nominare il nuovo capo dello stato è fissato per il 24 gennaio (la prima “chiama” sarà alle tre di pomeriggio). Gli scrutini saranno “diluiti”: a causa della pandemia di Sars-cov-2, per questa volta gli elettori saranno chiamati a rotazione, per fasce orarie in base all’ordine alfabetico, in modo da minimizzare i rischi di contagio. Insomma, si vota e via: gli elettori potranno restare in aula in 200 al massimo e sono invitati a non sostare.

 

Come si elegge il presidente della Repubblica

Ripasso generale. In base all’articolo 83 della Costituzione, il capo dello stato viene eletto dal Parlamento in seduta comune (si riuniscono i membri di Camera e Senato) a cui si aggiungono 3 delegati per ogni regione (scelti dai rispettivi consigli regionali), fatta eccezione per la Valle d’Aosta che ne esprime uno solo.

Finché non sarà eletto il nuovo Parlamento con numeri ridotti – come stabilito con la riforma costituzionale approvata nel settembre 2020 – l’assemblea che elegge…