«Quelli di “A Place In The Sun” mi hanno licenziato dopo aver saputo che avevo il cancro»- Corriere.it

di Simona Marchetti

Intervistato dal Sun, il popolare conduttore televisivo britannico ha raccontato di essere stato fatto fuori dai produttori della trasmissione che aveva presentato per 18 anni e che ora non riesce più nemmeno a guardare

Come se la diagnosi di cancro terminale non fosse stata già brutta da accettare, Jonnie Irwin ha pure perso il lavoro, perché è stato fatto fuori da «A Place In The Sun», la trasmissione di Channel 4 che ha condotto per ben 18 anni. «Quando le persone scoprono che hai il cancro, ti cancellano – ha raccontato il 49enne presentatore tv in una lunga intervista al Sun -. Sì, sono al quarto stadio ed è terminale, ma non sono ancora morto, quindi lasciatemi vivere la mia vita finché posso. Non appena ho detto ai produttori di “A Place In The Sun” della mia diagnosi, mi hanno pagato per il resto della stagione, ma non mi hanno rinnovato il contratto, pur sapendo che volevo andare avanti. Questo mi ha fatto male e mi ha spezzato il cuore. Mi sento enormemente deluso e ora non riesco più nemmeno a guardare la trasmissione».

Nell’agosto del 2020, quando gli diagnosticarono un cancro ai polmoni che si era diffuso fino al cervello, gli avevano dato appena 6 mesi, ma un mix di farmaci, radioterapia e chemio lo ha tenuto in vita…