quel biglietto di Re Carlo sulla bara – Libero Quotidiano

Si sa i re e le regine non piangono in pubblico. Trincerati dietro una spessa corazza di apparenze non è facile vederli abbandonarsi alle emozioni in contesti pubblici. Ma ci sono occasioni che non è facile restare impassibili al dolore. È successo anche a Re Carlo oggi al funerale della madre, la Regina Elisabetta.  All’ingresso dell’Abbazia di Westminster: il nuovo monarca si è asciugato furtivamente una lacrima prima di cominciare ad accompagnare il feretro nella processione che ha guidato il corteo fino all’altare centrale. 

 

Le telecamere che hanno seguito la diretta hanno a lungo indugiato sulla bara della regina Elisabetta II, coperta dallo stendardo reale, inquadrando la corona di fiori raccolti in alcune delle residenze reali, Buckingham Palace, Clarence House e Highgrove. Ma c’è anche un messaggio personale di Carlo, scritto a mano. Il re ha voluto anche un altro particolare: per comporre la corona fiori non è stata usata la schiuma, ma un “nido” di muschio e quercia, proprio su richiesta di Carlo, notoriamente molto attento all’ambiente. Tagliati dai giardini di Buckingham Palace, Clarence House e Highgrove House – tutte case che la regina…