Quanto peseranno sul voto globalizzazione e immigrazione. Dialogo con il prof. Reyneri

Effetti imprevisti, dinamiche da studiare, traiettorie da consolidare e peso dei diritti civili. Le città con più immigrati vanno a sinistra, le province in cui ce ne sono meno vanno a destra. Perché? Idee

Ma è proprio vero che il clamoroso rovesciamento di posizioni rispetto alla metrica elettorale del Novecento, ovvero i ceti deboli che abbandonano la sinistra e abbracciano le destre, è interamente dovuto alle dinamiche della globalizzazione che avrebbe spinto i losers in mano alle Meloni e ai Salvini e i winners a votare Pd? Nando Pagnoncelli pubblica circa ogni sei mesi uno studio sulla composizione sociale dei consensi elettorali, almeno come vengono fuori dai sondaggi elettorali di Ipsos, e il dato che colpisce di più è sempre quello che riguarda l’orientamento di “operai e affini”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le…