quanti ristoranti chiudono – Libero Quotidiano

Domino’s Pizza lascia l’Italia e chiude tutti i suoi punti vendita, ben 29 filiali che facevano capo a un concessionario, ePizza Spa, il quale ha dichiarato fallimento. L’azienda italiana gestiva il franchising del marchio Usa, famoso per le consegne e domicilio e soprattutto per le pizze con condimenti “non tradizionali”, come l’ananas. Nelle dichiarazioni ufficiali – come spiega Repubblica – si legge che “la pandemia di Covid-19 e le successive restrizioni prolungate hanno gravemente danneggiato ePizza”.

 

 

 

Il presidente e maggiore azionista Marcello Bottoli, contattato dal Financial Times, si sarebbe rifiutato di commentare. La catena americana, arrivata in Italia nel 2015, aveva aperto punti vendita tra Milano, Torino, Bergamo, Bologna, Roma e il Veneto. Secondo gli ultimi rapporti annuali raccolti da Bloomberg, alla fine del 2020 la società italiana avrebbe accumulato 10,6 milioni di euro di debiti. I piani dell’azienda, comunque, erano diversi all’inizio: l’intenzione era addirittura quella di aprire 900 punti vendita entro il 2030. Poi la pandemia avrebbe distrutto il progetto, visto che in quel periodo è cresciuta parecchio la concorrenza nel settore della…