Quali saranno le prossime megalopoli? (un segno della decadenza totale della UE)

Secondo un nuovo rapporto dell’Institute for Economics & Peace, entro il 2050 il 70% della popolazione mondiale vivrà in città, rispetto al 54% del 2020. Questo aumento è dovuto sia alla crescita demografica che al continuo spostamento verso l’urbanizzazione, in particolare verso le cosiddette “megalopoli” – metropoli con una popolazione di 10 milioni o più di abitanti.

Come spiega Anna Fleck di Statista, l’urbanizzazione avviene sia per fattori di spinta che di attrazione. L’AIE descrive come nella capitale della Repubblica Democratica del Congo, Kinshasa, i fattori che spingono le persone ad abbandonare le aree rurali includono problemi di violenza e una generale mancanza di sicurezza, la presenza di gruppi criminali, la mancanza di polizia, il degrado ecologico e il fatto che ci sono troppe persone per i terreni agricoli disponibili. Nel frattempo, un fattore di attrazione potrebbe essere il richiamo di un aumento del tenore di vita.

Attualmente ci sono 33 megalopoli in tutto il mondo. Tokyo (37,3 milioni), Delhi (32,3 milioni), Shanghai (28,7 milioni), Dhaka (22,6 milioni), San Paolo (22,5 milioni) e Città del Messico (22,1 milioni) sono le più popolose. Entro il 2050, altre 14 città si aggiungeranno ai loro ranghi, con un aumento…