Putin alza il tiro della repressione: arrestato anche il suo consigliere

MOSCA – Nessuno è più al sicuro in Russia. Non basta non essersi mai pronunciati contro la cosiddetta “operazione militare speciale” in Ucraina e neppure averla appoggiata pubblicamente. Come ha scoperto a sue spese il noto economista e consigliere del leader del Cremlino, Vladimir Mau, messo agli arresti domiciliari. Ex collega del riformatore Egor Gajdar, Mau, 62 anni, è il rettore di Ranepa, l’Accademia presidenziale di economia nazionale e pubblica amministrazione, una delle più grandi università russe e fucina di dirigenti e 46 governatori regionali, nonché membro del Presidio del Consiglio economico, a cui si rivolge il presidente russo Vladimir Putin.