«Pronti allo sciopero entro fine anno»- Corriere.it

Acque agitate alla Bnl. I sindacati hanno dichiarato la mobilitazione all’azienda e gli 11.840 dipendenti si preparano a fare sciopero prima della fine dell’anno. «L’amministratrice delegata Elena Goitini dichiara che la Bnl è pronta al salto digitale e perciò che cosa fa? Cede completamente la divisione dell’Information Technology (IT). Ci sembra una vera contraddizione», afferma Mauro Morelli, segretario nazionale della Fabi. La banca registra «ottimi risultati di bilancio, migliori addirittura rispetto a quelli dei primi cinque gruppi italiani». Ma se non fa marcia indietro e ritira l’intenzione di cedere il ramo di azienda dell’It, oltre all’intero back-office, che sarebbe suddiviso in 7 piccoli rami , le conseguenze sarebbero «molto gravi», teme il sindacato. «Questa operazione potrebbe mettere a rischio la stabilità occupazionale dell’intero gruppo e creerebbe un grave precedente per tutto il settore», denuncia Morelli.

La cessione, nel complesso, riguarda 836 lavoratori, di cui 566 dipendenti nel back office. L’istituto romano controllato dal gruppo francese Bnp Paribas, venerdì ha avvito la procedura per esternalizzare anche il ramo dell’IT (270 persone), con na lettera ai sindacati di categoria e per conoscenza all’Abi,…