Prof di Rovigo colpita da pistola ad aria in classe/ “Mi ha salvato la mascherina”

A I Fatti Vostri il caso della prof di Rovigo, Maria Cristina Finatti, colpita al volto con una pistola ad aria compressa, una scena che ha fatto il giro del web e dell’Italia. Oggi la docente era in diretta su Rai Due: “Fisicamente sto bene – ha raccontato – ma sono molto provata e delusa, ho una forza interiore che mi fa andare avanti, la scuola non è un gioco, vanno rispettati gli altri”. La docente ha ricordato gli istanti dello sparo così: “Ho visto che i ragazzi non rispettavano la disposizione dei banchi e l’avevano fatto dopo un compito in inglese. Dopo essere stata colpita ho trovato vicino alla cattedra i proiettili, ho visto che erano di plastica, poi sono andata in mezzo a loro per cercare di capire da dove provenivano e loro mi hanno deriso e questo mi ha fatto male e arrabbiare. Poi ho ripreso la lezione con tanta fatica”.

E ancora: “Successivamente mi hanno colpito una seconda volta alla fine della lezione mentre stavo scrivendo sul registro elettronico quanto fosse successo. La preside mi ha chiamato a casa e mi ha detto ciò che era successo ed ho preso atto della situazione: mi avevano fatto veramente male”. Nessuno ha difeso la…