Primarie pd, da D’Alema a Emiliano. Se i supporter diventano un «peso»- Corriere.it

di Maria Teresa Meli

La promessa reciproca tra Schlein e Bonaccini (per smarcarsi): chi perde aiuter il vincitore. Con la deputata c’ Articolo 1, alle spalle del governatore anche De Luca

A ognuno la sua croce. un proverbio che vale anche in politica, come sanno bene sia Elly Schlein che Stefano Bonaccini. La leader di Occupy Pd, per esempio, deve sopportare il fardello di un gruppo di supporter che non sempre incontra il suo gradimento. Essere sostenuta da Articolo 1 le pu convenire per i voti che quel partito le porter in dote alle primarie. Ma a livello mediatico le tocca pagare pegno con una presenza ingombrante come Massimo D’Alema. E il problema non lo risolve il fatto che l’ex leader ds pare abbia intenzione di piazzare i suoi con i dem, tenendosi lui le mani libere in attesa di preparare la grande cosa rossa con Giuseppe Conte. E non lo risolve nemmeno la dichiarazione di ieri dell’ex leader dei Ds. Quella in cui dice di non poter rispondere sul dibattito in corso nel Pd, perch, testuale, sono in pensione da 7 anni. Gi, perch tutti sanno che, nonostante D’Alema non faccia pi politica attiva, ancora capace di dare la linea ad Articolo 1.

Del resto, come amava spesso dire l’ex segretario ds, scherzando (ma fino a un certo punto): Capotavola dove…