Pressione sui prezzi, i produttori di alimentari hanno chiesto 434 aumenti in due settimane- Corriere.it

Il 2023 iniziato con un fatto economico che avrebbe dovuto rimanere riservato: i produttori di beni alimentari e altri prodotti da supermarket nei primi dieci giorni dell’anno hanno gi chiesto 434 aumenti di listino – secondo fonti dell’industria – mentre ne avevano chiesti un po’ pi di 1.200 durante tutto il 2022. In altri termini, la pressione sui prezzi ha iniziato il nuovo anno decisamente forte.

Il tweet di Olivier Blanchard

Per capire perch questo accada bisogna rifarsi a quanto spiega Olivier Blanchard. Francese, ex capoeconomista del Fondo monetario internazionale, grande saggio della macroeconomia, oggi al Peterson Institute for International Economics di Washington, Blanchard non tipo da dare la caccia ai like. misurato, raziocinante. Ma questo suo tweet di fine anno ha raggiunto oltre tre milioni di lettori: “Nel discutere di inflazione e delle politiche delle banche centrali, ci perdiamo spesso un punto. L’inflazione fondamentalmente il risultato di un conflitto distributivo fra le imprese, i lavoratori e i contribuenti. Si ferma solo quando i vari protagonisti sono costretti ad accettare il risultato”.

Stipendi: perdita del potere di acquisto del 15%

esattamente quel che sta accadendo in Italia. C’ un…