Presidenziali francesi, il «comizio in odorama» del candidato socialista Mélenchon- Corriere.it

di Stefano Montefiori

Un evento molto costoso, con tecnologie «olfattive e immersive» a Nantes, per il candidato di France Insoumise Jean-Luc Mélenchon: i sondaggi lo danno al 9%, ben lontano dal favorito Macron (26%)

Dopo gli ologrammi del 2017, Jean-Luc Mélenchon gioca di nuovo la carta tecnologica per dare la scossa alla demotivata sinistra francese: un comizio «olfattivo e immersivo» con 5.000 persone, schermi giganti e profumi contro la rassegnazione a una sconfitta annunciata.

Il leader della France Insoumise ieri a Nantes ha ribadito la sua diversità rispetto alla sindaca di Parigi Anne Hidalgo e alla ex ministra della Giustizia Christiane Taubira — «Non sono amico loro, che sia chiaro una volta per tutte» —, ha rinnovato il rifiuto a partecipare alle primarie — «Non abbiamo bisogno di unione ma di chiarezza» — e rivendicato la sua corsa solitaria verso l’Eliseo: l’ultimo sondaggio Ifop lo dà al 9%, lontano da Macron (26%) e dalle seconde a pari merito Valérie Pécresse e Marine Le Pen (17%), ma comunque il più forte tra i candidati della gauche.

«Bisognava impressionare ed è quello che stiamo facendo! — ha detto il 70enne Mélenchon appena salito sul palco accompagnato dalla musica elettronica —. Abbiamo voluto mettere in scena…