Presidente della Commissione vaccinazione: “Non vaccinerei mio figlio”

Il presidente della Commissione permanente tedesca per le vaccinazioni (Stiko), Thomas Mertens, ha dichiarato che al momento non farebbe vaccinare il proprio bambino di sette anni contro il Covid. Il motivo è semplice: la mancanza di dati chiari sugli effetti di lungo periodo. Una bomba che ha scosso l’intero sistema. In pochi minuti, infatti, in molti si sono detti: “Se non lo fa lui, perché dovremmo invece vaccinare noi i nostri bambini?”. Mertens lo ha dichiarato a F.A.Z

“Proprio perché le infezioni Covid nei bambini sono solitamente innocue, bisogna essere tanto più sicuri che la vaccinazione sia ben tollerata nel lungo periodo”, ha proseguito Mertens. “La Stiko si trova di fronte a questa considerazione da dover pesare”, sottolinea il quotidiano tedesco.

“Le decisioni politiche sbagliate non possono essere corrette con la vaccinazione”, ha dichiarato Mertens, il quale a Faz ha anche criticato il fatto che la riluttanza dei giovani di età compresa tra 18 e 59 anni a farsi vaccinare dovrebbe ora essere compensata con quella ai bambini. “Se la malattia non gioca un ruolo serio per la persona da vaccinare da un punto di vista medico, bisogna essere tanto più certi che la vaccinazione sia ben tollerata a lungo termine”, ha rimarcato.

In…