Prefetto Forlani lascia Palermo, “Lascio una città con la voglia di riscatto”

“Porterò via con me, da Palermo, una grande voglia di riscatto, che c’è. Anche se non ha ancora quell’energia che ci vuole per costruire questo modello operativo, fatto della collaborazione tra le istituzioni, la società civile, l’associazionsmo e i cittadini. E’ un percorso che si può fare. Ecco, io questa voglia di riscatto la porto via con me”. A parlare con l’Adnkronos è il Prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, che domani lascia l’incarico per andare in quiescenza.

Il momento più difficile? “Sono stati due”, risponde, “entrambi durante il periodo della pandemia. Il primo, quando c’è stato il contagio nella ‘Missione Speranza e Carità’ di Biagio Conte. Devo dire che quello è stato un esempio di cosa si piò fare collaborando. Si è riusciti a gestire una situazione che sembrava ingestibile, con la collaborazione di tutti, a partire dalla comunità di Speranza e Carità, ma anche la Caritas, la Croce Rossa, le forze dell’ordine. E l’altro momento davvero complicato è stato quando uno dei fuochi del contagio era allo Zen. Una difficoltà diversa, ma anche una forte collaborazione con le forze di polizia, le parrocchie, per riuscire a contenere i comportamenti”.

E fa un esempio: “C’erano tantissime persone con un lavoro precario, o…