POS, è scattata l’allerta in tutta Italia: gli ultimi aggiornamenti

La popolazione italiana è famosa per “sviluppare questioni” e problematiche su ogni cosa, in particolar modo quando si palesa un nuovo obbligo, ma a ben vedere ciò accade anche quando le “novità” risultano essere state presentate gradualmente. Siamo un popolo che spesso palesa difficoltà nell’adattarsi a nuovi contesti, anche in modo più o meno giustificato, e le polemiche che si sono sviluppate nell’ultimo decennio sull’obbligatorietà del POS, il tradizionale terminale di pagamento che risulta essere indispensabile per effettuare pagamenti di beni e servizi, sono piuttosto emblematiche quanto prevedibili.

POS, è scattata l’allerta in tutta Italia: gli ultimi aggiornamenti

A partire dallo scorso 30 giugno 2022 infatti, attraverso una mossa “anticipata” effettuata dal governo Draghi, è stata sviluppata in maniera ufficiale la scelta che ha portato tutti gli esercenti ed i professionisti che offrono qualche tipo servizio di vendita o servizi di munirsi di almeno un POS funzionante. Questa “mossa”, definita spesso anche dalla stampa Obbligo di POS è stata effettivamente così percepita anche se tecnicamente l’obbligo era stato concepito nel 2014, ma solo dallo scorso giugno sono state attivate le sanzioni per chiunque non si fosse…