Polonia, nuovo strappo sui diritti: una legge per istituire il superprocuratore antiaborto, divorzio e Lgbtq+

BERLINO – “Potranno sorvegliare le donne per capire se vogliono abortire o prendere la pillola del giorno dopo, perseguitare le famiglie arcobaleno, strappare i figli alle persone Lgbtq+, impedire divorzi. Stanno chiudendo il cerchio”. Marta Lempart, madre delle piazze polacche che protestano da anni per i diritti delle donne, delle minoranze e della comunità Lgbtq+, cofondatrice dello “Sciopero delle donne”, è di nuovo in strada.