Pnrr: quali sono le missioni da raggiungere entro il 2026 e quanti miliardi valgono

Digitalizzazione, innovazione e cultura

Il governo italiano ritiene di dover rivedere il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) sia sul fronte delle tempistiche che dei costi. Il commissario Ue all’Economia, Paolo Gentiloni, ha ricordato che il modo in cui il Paese riuscir a spendere queste risorse fondamentale perch l’Italia non resti il mitico fanalino di coda della crescita europea. Su rischi di recessione e ripresa l’Italia ha un problema in pi rispetto agli altri paesi europei, che , a parte tanti problemi storici strutturali, un problema di pagare il debito. Questa questione ovviamente un limite alle possibilit di espansione di sostegno economico, ha sottolineato Gentiloni. I 191,5 miliardi di euro del piano sono ripartiti in sei missioni: Digitalizzazione, innovazione, competitivit, cultura e turismo; Rivoluzione verde e transizione ecologica; Infrastrutture per una mobilit sostenibile; Istruzione e ricerca; Inclusione e coesione e Salute. Alla prima sono stati destinati 40,29 miliardi, alla seconda 59,46 miliardi di euro, alla terza 25,40 miliardi. La quarta missione invece vale complessivamente 30,88 miliardi, la quinta 19,85 e la sesta 15,63 miliardi di euro. Digitalizzazione e innovazione la misura principale del Piano e ha l’obiettivo di…