Pil, Fmi rivede al ribasso le stime per l’Italia nel 2022 (+3,8%). Rallenta la crescita globale- Corriere.it

Il Fondo monetario internazionale rivede al ribasso la crescita dell’Italia per il 2022, ma anche quella mondiale rallenta. La stima, contenuta nell’aggiornamento del World economic outlook, prevede un Pil italiano del +3,8% (0,4 punti percentuali in meno rispetto alle stime di ottobre). Migliorano invece le previsione per il 2023, la cui crescita prevista al +2,2%, ovvero 0,6 punti in pi sulle previsioni precedenti. Il Pil globale, invece, aumenter quest’anno del 4,4% dopo il +5,9% del 2021. In rallentamento anche la Germania, che crescer quest’anno del 3,8% (-0,8%) e il prossimo del 2,5% (+0,9%). La Francia segner un +3,5% nel 2022 (-0,4%) e un +1,8% nel 2023 (invariata). Per la Spagna prevista una crescita del 5,8% quest’anno (-0,6%) e del 3,8% il prossimo (+1,2%). Il pil britannico atteso a +4,7% quest’anno (-0,3%) e a +2,2% nel 2023 (+0,3%).

La revisione drastica al ribasso di Usa e Cina

A pesare a livello globale soprattutto la drastica revisione al ribasso per Stati Uniti e Cina. Il Pil a stelle e strisce previsto salire del 3,9% quest’anno, l’1,2% in meno rispetto alle stime autunnali: pesano le difficolt della Casa Bianca a ottenere il via libera per il Build Back Better, la fine anticipata della politica monetaria accomodante della Fed e…