Piattaforma green italiana per crediti di carbonio garantiti da blockchain- Corriere.it

Ci hanno gi creduto aziende come Heineken e Investcorp con una cinquantina di altre realt, dalla moda alle rinnovabili alla musica alla finanza e al food, per i loro piani di sostenibilit. E ci ha gi scommesso Green Arrow Capital che l’ha finanziata con un round da 200 mila euro. Dietro c’ un gruppo di giovani soci con background nella City di Londra, nella moda e nel mondo dell’arte.

Soci e Ong

L’idea di Pietro Pasolini nato in Brasile che ha studiato politica internazionale

al King’s College di Londra e fotografia documentaria all’International Centre of Photography: viaggiando per il mondo per il suo lavoro venuto in contatto con diverse Ong in Sudamerica e ha maturato l’idea di mettere in comunicazione con una piattaforma hi-tech esigenze di compensazione delle emissioni delle aziende o dei singoli e realt attive nel mondo green, spiega a Briano Martinoni, background in Prada, e il ruolo di chief commercial officer del progetto Green Future Project condiviso con Zain Tarawneh, di nazionalit giordana, co-fondatrice e chief marketing officer e con l’australiano Matthew Levi, chief technology officer. E anticipa: A settembre il secondo round sempre con Green Arrow Capital che in cambio dell’iniezione di 200 mila euro ha preso un 10% del progetto.