Piatek in viola: «Vlahovic molto forte, ma anche io so fare gol»



«Il Genoa era e resta nel mio cuore, perché li ho vissuto dei momenti bellissimi, ma ora sono a Firenze e sono felice di aver fatto questa scelta». Parola di Krzysztof Piątek che, dopo una doppia sessione di visite mediche e dopo aver dovuto aspettare che dalla Germania arrivassero gli ultimi documenti, ora è ufficialmente un nuovo giocatore della Fiorentina. «Ho accettato la proposta viola perché qua si gioca un calcio offensivo e credo possa essere il posto giusto per me», ha poi aggiunto nella conferenza stampa con la quale si è presentato. «Sono pronto a fare il pistolero (riferimento alla sua esultanza) e voglio dimostrare che le mie pistole possono sparare anche al Franchi».

Certo, con uno come Dusan Vlahovic davanti, non sarà facile trovare spazio. Il centravanti polacco lo sa, ma non ha intenzione di tirarsi indietro. «So che il mister gioca con il 4-3-3 e quindi con una sola punta, ma ho visto anche che a volte cambia e poi a volte io e Vlahovic possiamo anche giocare insieme. Lui è fortissimo, e segna tanti gol, ma io ho già dimostrato al Genoa e al Milan di saper fare altrettanto». Orgoglio, e determinazione. «Possiamo andare in Europa, ne sono convinto». Ad attenderlo nello spogliatoio ci sarà anche il connazionale Dragowski…